Ricerca

Insulina: il suo futuro è intelligente?

white plastic bottle on brown wooden table
Photo by Mikhail Nilov on Pexels.com

Sembra proprio di sì, almeno a giudicare dalle mosse delle due regine del settore: Novo Nordisk e Lilly.

La prima, Novo Nordisk, l’anno scorso aveva annunciato che ricercatori dell’Università di Copenaghen e l’azienda biotecnologica Gubra avevano sviluppato una nuova molecola di insulina che renderà la regolazione della glicemia più facile e più sicura per le persone con diabete di tipo 1.

I ricercatori dell’Università di Copenaghen e l’azienda biotecnologica Gubra hanno sviluppato una nuova molecola di insulina che, in futuro, garantirà ai diabetici la giusta quantità di insulina.

Ora anche l’altra multinazionale, la Lilly ha aperto una nuova frontiera per il diabete, entrando pure nel capitolo “l’insulina “intelligente”

“L’insulina sensibile al glucosio è la prossima frontiera e ha il potenziale per rivoluzionare il trattamento e la qualità con diabete migliorando sia l’efficacia terapeutica che la sicurezza della terapia dell’insulina”, ha affermato Ruth Gimeno, vicepresidente, ricerca sul diabete e cliniche presso Lilly. “Il programma di insulina sensibile al glucosio di Protomer, basato sulla sua piattaforma proprietaria di ingegneria molecolare dei sensori proteici (Meps), sta mostrando notevoli promesse e Lilly è entusiasta di migliorare la nostra pipeline per il diabete con la tecnologia innovativa dell’azienda” .

E per fare tutto questo Lilly hai investito un miliardo di dollari per acquisire la Protomer. Non sono brustolini.

Eventi

Un momento importante per il diabete tipo 1 e per la salute di tutti: il centenario dell’insulina

Prima di tutto occorre presentare il logo ufficiale del Comitato Organizzatore per il Centenario dell’Insulina che accompagnerà tutte le iniziative in calendario a cominciare dal 2021 e sino tutto il 2023. Il Comitato Organizzatore è costituito da AGD Ricerca AGD Bologna Il Mio Diabete.

Il centenario della scoperta dell’insulina, da parte dei due scienziati canadesi Banting e Best, rappresenta non solo una tappa  per celebrare il centenario, una tappa fondamentale per il diabete tipo 1, ma per esplorare a tutto tondo il lavoro, fin qui fatto da clinici e ricercatori nella cura del diabete e le prospettive prossime e venture in tale campo.

Avremo modo di riprendere più approfonditamente questo tema nel corso dei prossimi mesi e settimane. Stiamo lavorando con il Comitato Scientifico per il varo del programma del Simposio Scientifico (da remoto) che si svolgerà il prossimo 24 e 25 settembre, nonché per la data solenne di inaugurazione del parco bolognese dedicato agli scopritori dell’insulina: Banting, Best, McLeod, assieme agli altri appuntamenti che seguiranno in questo anno.

A presto.